Alla scoperta della Barbagia

La Barbagia si trova nella parte orientale della Sardegna. È la parte più selvaggia della Sardegna, con tante storie da raccontare e luoghi di grande interesse da poter visitare. Qui troverete delle profonde valli, numerose aree archeologiche, ma il vero protagonista è il Supramonte. La costa rocciosa cade a picco sul mare cristallino e le spiagge del Golfo di Orosei sono le perle di questo mare. La Barbagia è autentica e silenziosa, ricca di antiche tradizioni. Venite a scoprirla. La Sardegna è qui.

La montagna

La montagna

Il Supramonte è un esteso complesso montuoso situato nella parte orientale della Sardegna che occupa gran parte del territorio di Dorgali e di altri comuni circostanti.

Il mare

Il mare

Cala Gonone si raggiunge in appena 10 minuti di auto e accontenta gli amanti del mare e delle spiagge e tutti quelli che sono alla ricerca di emozioni forti.

La storia

La storia

In Barbagia potrai visitare sia il museo archeologico di Dorgali che numerosi siti archeologici che raccontano la storia antica di questo luogo meraviglioso.

In montagna

Il Supramonte è un complesso montuoso situato nella parte orientale della Sardegna e si estende su una superficie di circa 350 km² occupando gran parte del territorio d Dorgali e altri comuni circostanti.

In auto, in moto o in bicicletta è possibile percorrere la Strada Panoramica SS125, con la sua serpentina lunga 60 Km che da Dorgali conduce alla vicina Ogliastra. I primi 20 Km partendo da Dorgali fino al passo di Silana (Genna Silana) a 1017 mt di altezza, sono davvero mozzafiato. Sulla sinistra sarete accompagnati dalla flora tipica del territorio e sulla destra potrete ammirare i picchi calcarei dei Supramonte e le sue valli profondissime. È una strada poco trafficata, lungo la strada potrete incontrare i veri abitanti del territorio che passeggiano indisturbati lungo le strade, capre selvatiche, cinghiali, pecore e mucche, perciò dovrete prestare la massima attenzione e godervi questo panorama da sogno.

A piedi è possibile fare una bellissima escursione che vi porterà nell’antico villaggio di Tiscali. Questo Sito si trova nascosto in una caverna dentro la montagna, ed è la testimonianza di un antico villaggio nuragico risalente al VI secolo a.C.

Un’altra bellissima escursione consigliata ai nostri visitatori è l’escursione a Su Gorropu, una gola che taglia il Supramonte formando un profondo canyon dove passerete in mezzo a pareti di calcare alte fino a 500 mt. Un paesaggio unico, dove potrete incontrare nei periodi più silenziosi alcune specie in via d’estinzione come i mufloni e le aquile d’oro.

Al mare

Cala Gonone è la piccola frazione di Dorgali, che si raggiunge in soli 10 minuti di auto. Una volta li non saranno accontentati solo gli amanti del mare e delle spiagge, ma anche tutti coloro che sono in cerca di emozioni forti. L’atmosfera di questo paese è molto accogliente e i prezzi sono abbordabilissimi nonostante sia ormai una nota località balneare.

Se volete godervi una giornata al mare, in mezzo all’acqua cristallina e prendere il sole in spiagge da sogno allora vi consigliamo una mini crociera nel golfo di Orosei con la visita guidata alle Grotte del Bue Marino.

A piedi potete raggiungere la spiaggia di Fuili o ancora con un ora e mezzo di camminata la bellissima Cala Luna.

A Cala Gonone è possibile anche effettuare arrampicate, parapendio, noleggiare un kayak o ancora delle bellissime escursioni subaquee.

Un’altra tappa obbligatoria è il bellissimo Acquario di Cala Gonone dove troverete le specie marine locali e anche alcuni pesci tropicali.

Storia

In Barbagia nel territorio di Dorgali potrete visitare numerosi siti archeologici che raccontano la storia antica di questo luogo meraviglioso.

Vi consigliamo di visitare il villaggio nuragico di Serra Orrios, immerso tra gli ulivi a soli 11 chilometri da Dorgali, al chilometro 25 sul SP38, abitato tra il 1500 e il 250 a.C.

A3 km a nord dall’incrocio tra la SP38 e la SS129 (strada Nuoro-Orosei), percorrendo un piccolo sentiero tra terreni agricoli potrete visitare liberamente S’Ena ‘e Thomes, una bellissima tomba dei giganti risalente al periodo nuragico. La stele centrale di pietra ovale (3.65m di altezza e 2.10m di larghezza) che chiude l’antica camera di sepoltura. E’ rimasta perfettamente conservata per secoli.

Se volete approfondire le vostre conoscenze sulla storia del nostro territorio allora vi consigliamo una visita al Museo Archeologico di Dorgali.